Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cerca

INTERNAZIONALE ELITE E UNDER - CHI SARA' DOMENICA POMERIGGIO IL SUCCESSORE DEL BERGAMASCO FAUSTO MASNADA NEL 32° GIRO DEL MEDIO BRENTA?

Villa del Conte (Padova)

Chi sarà il successore del bergamasco della Colpack Fausto Masnada nell'edizione 2017 del Giro Internazionale del Medio Brenta? Se lo stanno chiedendo in questi giorni i numerosissimi appassionati dello sport del pedale alla vigilia dell'attesissimo appuntamento che festeggia la 32^ edizione ed è in programma domenica 9 luglio a Villa del Conte, in provincia di Padova. Gli organizzatori della classicissima estiva (cl. 1.2 per Elite-Under 23-Open aperta ai team prof.) con in testa il Veloce Club Villa del Conte guidato dall’ing. Michele Michielon stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli.

  Fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1986 (si impose il tricolore Giorgio Furlan a bersaglio anche nella Milano-Sanremo, nella Freccia-Vallone e nel Giro di Svizzera) la corsa nel suo tracciato ha sempre coinvolto l’Altopiano di Asiago e, per la terza stagione consecutiva, anziché la ripida discesa in pianura, è stato confermato il circuito finale in quota con arrivo a Gallio.

  Il 32° Giro del Medio Brenta è valido per la seconda prova del Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata presieduto dall’avvocato Enzo Conte e diretto da Pierluigi Basso. Il programma della gara prevede il ritrovo presso la sede della Ballan spa di Abbazia Pisani dalle ore 8.30-12.45; il trasferimento e la partenza da Villa del Conte in Piazza Vittoria ("starter" il sindaco Renzo Nodari) alle ore 13 con cinque tornate di 18 km (comprendenti Villa del Conte, Marsango, Pieve di Curtarolo, Campo San Martino, San Giorgio in Bosco) e tre Traguardi Volanti (Paviola; Marsango e Pieve di Curtarolo); la provinciale e statale 47 Valsugana fino a Cittadella (14.30 - Cinta Murata e già otto volte traguardo) e Bassano del Grappa (Ponte Nuovo), in provincia di Vicenza.

  Seguirà la fase "clou" della corsa con la spettacolare scalata verso l'Altopiano di Asiago, di notevole impatto tecnico-scenografico, per Marostica, Crosara, Bivio 4 Strade, Gomarolo, Fontanelle, Conco fino al falsopiano di Bocchetta Galgi.

L’ascesa (da Marostica anziché la classica Strada Provinciale 72 della Fratellanza delle scorse edizioni) si proseguirà per snoderà, svoltando dopo 136,2 km al Bivio-Sasso iniziando quindi il duplice circuito in quota (Sasso; Stoccareddo; Campanella; Bivio Sambugari; Valderonchi e Gallio (con il primo passaggio previsto intorno alle ore 16,30) e percorrendo un altro giro di 25 km (Rotonda Turcio, Sasso, Stoccareddo, Campanella, Gallio) con il doppio Gran Premio della Montagna alla Chiesa di Stoccareddo per un totale di 176 km.

  La zona d'arrivo (per le 16.30-17.30) sarà allestita in Piazza del Municipio-via IV Novembre, con il quartiere-gara presso l’Ufficio Turistico; la zona-ammiraglie in via Monte Ortigara; i servizi-logistici alla Palestra Comunale grazie alla preziosa collaborazione della città con in testa il sindaco Emanuele Munari e consigliere allo Sport-Turismo, Denis Lunardi e il coordinamento generale dell'ex-professionista e direttore sportivo Flavio Miozzo.

  Alla gara sono iscritti 200 concorrenti appartenenti a 26 tra i maggiori team italiani e stranieri in rappresentanza di varie nazioni. La direzione Corsa è stata affidata a Matteo Poretti e a Giampietro Bonato; mentre la Giuria composta dallo spagnolo Pedro Garcia Mozo, da Claudio Sicari, da Albino Bertazzon, da Luca Masutti e da Matteo Brusatin. Ispettori di percorso Mario Lago e Firmino Bacchin.

Francesco Coppola

FacebookTwitter