Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cerca

LA REGIONE EROGA OLTRE 600 MILA EURO DI CONTRIBUTI PER INCENTIVARE E PROMUOVERE LA PRATICA SPORTIVA

Venezia 

La Regione del Veneto, su proposta dell'assessore allo sport, Cristiano Corazzari, nell'ambito delle iniziative di promozione della pratica sportiva e coerentemente al proprio Piano esecutivo annuale per lo sport 2017, ha erogato, con tre diversi provvedimenti, oltre 600 mila Euro di contributi finalizzati all'organizzazione e realizzazione di eventi e manifestazioni sportive e al sostegno delle attività svolte da soggetti con disabilità. A rilevarlo con una nota la stessa Regione Veneto.

  "È dal riconoscimento del valore sociale, formativo ed educativo della pratica sportiva - ha spiegato Corazzari - che discende il sostegno finanziario della Regione all'organizzazione e realizzazione di eventi, progetti e campagne promozionali a favore dello sport mediante la partecipazione diretta o in collaborazione con gli Enti locali, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni), il Comitato Italiano Paralimpico (Cip), le Federazioni sportive nazionali, le Discipline sportive associate, gli Enti di Promozione Sportiva, le Università e le Istituzioni Scolastiche del Veneto ed altri Enti pubblici e privati".

  Per quanto riguarda la realizzazione di eventi sportivi, sono stati assegnati oltre 246 mila Euro a quaranta iniziative ritenute prioritarie per la promozione e la diffusione della pratica sportiva di base nel Veneto, mentre ulteriori 160 mila Euro sono stati destinati per l'organizzazione di altre manifestazioni sportive. Infine, circa 200 mila Euro sono finalizzati a sostenere le spese per le attività svolte da atleti diversamente abili.

  "In riferimento a quest'ultimo provvedimento - ha concluso Corazzari - l'obiettivo è sicuramente quello di favorire la diffusione della pratica sportiva, ponendo una giusta attenzione dal punto di vista sociale, formativo ed educativo, ma è anche un doveroso sostegno a un movimento, quello degli atleti con disabilità, che ha ottenuto prestigiosi successi sul piano agonistico".

F.C.

FacebookTwitter